Massimario Ragionato Fallimentare

a cura di Franco Benassi
apri l'articolo del codice

Articolo 117 ∙ (Ripartizione finale)


Concordato preventivo
Tutte le MassimeCassazione
Intangibilità del decreto di approvazione dello stato passivoRipartizione finale e opposizione allo stato passivoRiparto finale e accantonamentiDeposito presso l'ufficio postaleOpposizione allo stato passivo e accantonamentiChiusura del fallimento e accantonamentiAmmissione al passivo con formula generica e individuazione dei beni oggetto di prelazione ipotecariaRipartizione dell'attivo e mancato rinnovo dell'iscrizione ipotecariaRipartizione dell'attivo e riscossione del credito oggetto di garanziaEsecutività del piano di riparto finale e domanda di ammissione al passivoRipartizione dell'attivo e imposta di registroReclamo al tribunale ex art. 26 l.f.Ricorso per cassazione e spese in prededuzioneRicorso per cassazione e accantonamento di sommeConcordato preventivo


Concordato preventivo

Concordato preventivo - Obbligo di Accantonamenti - Insussistenza
Nel concordato preventivo, in presenza di cause di opposizione a decreto ingiuntivo, non è applicabile l’obbligo di accantonamento di provvedere all’accantonamento delle somme contestate per l’eventualità della soccombenza, come avviene nel fallimento ai sensi degli artt. 113, ultimo comma, e 117, comma 3, l.fall. (Redazione IL CASO.it) (riproduzione riservata) Appello Bologna, 27 Settembre 2017.