Massimario Ragionato Fallimentare

a cura di Franco Benassi
apri l'articolo del codice

Articolo 104-bis ∙ (Affitto dell'azienda o di rami dell'azienda)


Facoltà del curatore di sospendere la gara
Tutte le MassimeCassazione
Affitto di azienda pendente al momento del fallimentoRecesso del curatoreRapporti pendentiIndennità di preavvisoRetrocessione azienda al curatoreRetrocessione azienda e responsabilità del curatore per i crediti dei lavoratoriResponsabilità del curatore per i canoniTFRModalità competitiva di scelta affittuarioCauzionestima e pubblicitàFacoltà del curatore di sospendere la garaReclamoConcessione del diritto di prelazioneConservazione della struttura produttiva e dei livelli occupazionaliRicorso per cassazioneContestazione dell'esistenza del ramo d'azienda trasferito e onere della prova


Facoltà del curatore di sospendere la gara

Fallimento - Affitto di azienda - Scelta dell'affittuario - Modalità competitiva di cui all'articolo 104 L.F. - Applicazione delle altre disposizioni contenute nell'articolo 104 L.F. - Esclusione - Potere del curatore di sospendere il procedimento di vendita a fronte di offerte migliorative - Esclusione
Il legislatore, nel dettare la disciplina dell'affitto endofallimentare dell'azienda (104 bis L.F.), ha richiamato l'articolo 107 L.F. con specifico ed esclusivo riferimento alla modalità competitiva di scelta dell'affittuario, con la conseguenza che all'affitto dell'azienda non sono applicabili le altre disposizioni contenute in detta norma (ivi compresa quella del comma 4, la quale consente al curatore di sospendere la vendita a fronte di offerta irrevocabile d'acquisto migliorativa per un importo non inferiore al 10% del prezzo offerto), in quanto specificamente dettate per le sole vendite di beni mobili e immobili e, come tali, non suscettibili di interpretazione analogica ai casi di affitto. (Franco Benassi) (riproduzione riservata) Tribunale Novara, 24 Ottobre 2014.